Trouble in STAT(istics)


Stat sistema gli occhiali per aggiustare la mira.

Tifosi Knicks mettetevi il cuore in pace. Nella scorsa estate non è arrivato il salvatore della patria (volevo scrivere il Messia ma sembrava un richiamo troppo forte a LBJ e alcuni tifosi avrebbero avuto un travaso di bile). Amar’è Stoudemire non sarà il giocatore che per questa stagione cambierà le sorti della franchigia.

Che potesse portarci al titolo per la verità nessuno lo aveva mai minimamente pensato eh, però molti, me compreso, pensavano che finalmente con l’arrivo di un lungo dinamico come lui il gioco di D’Antoni potesse giovarne e che il record di squadra, di conseguenza, migliorare.

Invece no, la squadra continua nelle sue difficoltà e il record di 3W-7L è lì a testimoniare tutte le lacune del gioco dei Knicks.

Ma c’è una statistica che più di tutti preoccupa (a fornircela i soliti malati di Elias). Nelle gare in cui Stoudemire segna più di 25 punti New York è 0W-3L, che è un dato in assoluta controtendenza rispetto a quanto accadeva ai Suns l’anno scorso, quando nelle gare in cui Stat era sopra i 25p Phoenix aveva un record di 24W-9L.

Ovvio che sono passate solo 10 partite, che il gioco di mr. 100 milioni deve ancora essere assimilato dai compagni e che c’è tutto il tempo di invertire questo trend. Però questo dato fa riflettere, e bisognerebbe capire perchè il numero 1 di new York (inteso come numero di maglia) sia così poco efficace.

Innanzitutto, bisogna capire come arrivano questi 25 o più punti. Rispetto alla scorsa stagione ci si aspetta che Stat si debba prendere più responsabilità in attacco, soprattutto non avendo compagni di squadra all’altezza di quelli che aveva a Phoenix. Sbagliato, o meglio, non così tanti. Lo scorso anno si prendeva 15,4 tiri a partita, quest’anno 16,2, ovvero neanche un tiro in media di più.

Il problema è con che percentuali tira, ovvero il 45,7%, che rispetto al 55,7% della scorsa stagione sono un buon 10% in meno. Tanta roba.

Andiamo avanti. L’anno scorso Stat realizzava in media il 60% dei punti realizzabili con i tiri che si prendeva a partita, mentre quest’anno siamo a 51,69%. L’anno scorso, sui 1264 tiri presi, 874 sono stati presi nel pitturato (pari al 69,15%), solo 3 da oltre l’arco (escludendo i tiri dell’ave maria). Quest’anno, il gioco si è spostato più verso l’esterno, con il dato eclatante di 7 tiri da tre già presi, cioè più del doppio in sole 10 gare. Logico che le percentuali calino allontanandosi dal ferro.

Questo ultimo aspetto è forse il più importante, perchè spiega perchè Amar’è sia meno efficace quando segna 25 o più punti. Se l’anno scorso, e anche quelli prima in realtà, la produzione di Stat dava una dimensione interna alla sua squadra e liberava spazio ai tiratori (mortiferi) dei Suns, quest’anno lo fa con meno efficacia, e il recupero dei difensori dal gomito (zona nella quale Amar’è riceve palla più spesso) alla linea dei tre punti è più immediata.

Ovviamente ci sarebbe anche quella piccola differenza che si chiama Steve Nash, che rispetto a Felton permetteva di mandare più spesso il numero 1 al ferro e di mettere maggiormente in ritmo gli altri 3 del quintetto, ma siccome bisogna far tesoro di quel che si ha, il buon D’Antoni dovrebbe provare a far giocare più interno il suo lungo più efficace e magari dare una piallata alle mani di Gallinari ultimamente un po’ quadrate, perchè avere Stoudemire in squadra potrebbe aiutare, però c’è bisogno anche di altri realizzatori, come lo erano Joe Johnson e Marion nei Suns di Mike e Richardson della scorsa stagione.

E a mike converrebbe farlo in fretta perchè già si vocifera di un Jeff Van Gundy contattato per prendere il suo posto. Uomo avvisato…

Categorie: NBA | Lascia un commento

Navigazione articolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: