Viva il lockout!


Dopo 2 sole gare e 30 minuti totali, Bibby ottiene il buyout dai Wizards. Su 12 milioni in 2 anni ne lascia sul tavolo 6, ma andrà subito a guadagnare altrove

Francamente non se ne può più. Passata la deadline, in cui già si sono visti dei movimenti interessanti, inizia il giro dei buyout e dei tagli.

Ma se una volta venivano tagliati e buyouttati (mamma che brutto termine) dei giocatori di seconda fascia, da qualche anno a questa parte è partita la moda di richiedere il buyout anche da parte di giocatori di prima fascia che vogliono accasarsi nelle big per tentare l’assalto all’anello.

Quest’anno il più clamoroso è quello di Mike Bibby, che appena tradato da Atlanta a Washington ha chiuso il suo contratto da 12 Milioni in 2 anni (non noccioline) e ora è libero di scegliersi una squadra con cui firmare, con in prima fila Miami (dove peraltro guadagnerebbe più che dalle altre parti grazie alla differente tassazione vigente in Florida), alla ricerca di un play da affiancare a Wade, James e Bosh e a un centro che potrebbe arrivare anche qui da un buyout come Troy Murphy, dopo che con lo stesso metodo erano stati messi sotto contratto Ilgauskas e Dampier.

Ovvio che lo scambio in questione (Bibby a Washington per Hinrich ad Atlanta) fosse fatto a vantaggio dei falchi, con l’ex Sacramento chiuso dal rookie Wall che gioca nel suo stesso ruolo. Ci si chiede allora perchè Washington abbia fatto la trade. Per soldi, ovviamente, con qualche dollaro risparmiato dal contratto tagliato del nuovo arrivato.

Però così si rischia di falsare il campionato, perchè a Marzo le squadre già attrezzate possono rafforzarsi ulteriormente con giocatori sul mercato che non lo sarebbero stati in condizioni normali.

Si spera quindi che nella rinegoziazione del CBA si metta una pezza a questa moda dilagante di ammassare talento a basso costo, anzi, con i costi sostanzialmente sostenuti da altre franchigie. Perchè alla fine questo sarebbe. Bibby, così come Murphy indipendentemente che vada a Miami o Boston o altri team.

Una soluzione a questo problema potrebbe essere mettere un limite massimo di buyout da poter fare in uscita e in entrata. Tipo… 1!

Se un team potesse tagliare con buyout solo un giocatore a stagione e ne potesse firmare solo uno proveniente da buyout allora ci penserebbe bene prima di proporre una transazione del genere e anche nel fare trade particolarmente svantaggiose solo per poter usare l’escamotage della risoluzione bilaterale del contratto.

Così come ci penserebbe di più un giocatore a richiedere la rescissione, sapendo che le squadre di vertice avrebbero solo un giocatore da poter scegliere e una volta tagliato potrebbe andare in una squadra peggiore o ancora peggio non aver la possibilità di firmare un altro contratto.

Ben venga allora che l’NBA nella persona di David Stern e nelle franchigie si impongano di mantenere una posizione ferrea nelle trattative con i giocatori, che invece sono ovviamente i primi favoriti da queste situazioni e che a maggior ragione sceglierebbero la serrata.

Il giochino però è bello quando gli equilibri, seppur rotti dalle squadre con proprietà più ricche e dalle franchigie più storiche e con più appeal , si mantengono equiparati, e non quando poche squadre si spartiscono il meglio e le altre le briciole.

Hard cap, Franchise Tag, riduzione dei salari e degli anni di contratto e di max contract, riduzione del cap, Luxury abbassata, tante cose saranno sul tavolo quest’estate e il lockout pare quasi cosa certa ormai.

E io dico “Ben venga!” ma che porti a una reale revisione del sistema non solo dal punto di vista economico, ma anche da un punto di vista tecnico, perchè di avere in futuro tagli e controtagli di gente che va a formare un dream team, ovunque esso sia, non credo piaccia a nessuno.

Categorie: NBA | Lascia un commento

Navigazione articolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: