London Calling. Who Answers?


 

La O2 Arena di Londra sarà il palcoscenico stasera e domani per Nets e Raptors.

Oggi per la NBA è un giorno che si può tranquillamente definire storico.

Stasera quando in Italia saranno le ore 21 ci sarà la prima gara in suolo Europeo della NBA.

Ovviamente parliamo di Regular Season, dato che per le partite di Pre Stagione l’NBA ha già il suo appuntamento fisso con l’Europe NBA tour ogni fine estate. Tour che ha avuto anche le sue puntate in Italia, ovviamente con gli italiani protagonisti.

La cosa che mi stupisce però è appunto la scarsa risonanza che è stata data all’evento nelle pagine dei quotidiani, soprattutto quelli inglesi, i più interessati alla faccenda.

Provando a dare una rapida lettura ai siti dei maggiori quotidiani inglesi nella loro versione online, scopriamo che non c’è traccia della notizia, nemmeno nelle pagine sportive (ovviamente nella pagina principale non ci sogniamo di guardare) dove la notizia che la fa da padrone è la positività all’antidoping di Kolo Tourè, giocatore del Manchester City:

BBC: il sito online, nella pagina degli sport, non fa nemmeno menzione del basket. Alla voce altri sport troviamo un articolo sulla boxe a Londra 2012.

Independent: anche qui nessun riferimento alla gara di stanotte nelle pagine sportive.

Daily Mail: si trovano notizie di calcio di qualunque tipo, qualcosa sul cricket, ma nessuna menzione per l’NBA a Londra.

Mirror: qui è dove troviamo più risalto, con uno spazio dedicato al basket e 3 articoli che parlano dei match di stasera e domani.

Telegraph: nella pagina dello sport si fa riferimento, in piccolo, all’evento del weekend.

The Sun: qui è dove troviamo il Capolavoro, rigorosamente con la C maiuscola. L’articolo sull’NBA a Londra c’è e sapete cosa recita? “A Londra i New Jersey Nets, una delle squadre più scarse della lega, tranne che per le mogli dei giocatori“. Impagabile. Per la prima volta nella storia l’NBA viene a giocare una partita ufficiale nel nostro continente e questi parlano di gnocca…

Fa specie quindi che l’evento sia molto più pubblicizzato negli Stati Uniti che qui da noi. Sul sito NBA infatti la doppia sfida tra New Jersey Nets e Toronto Raptors (certo la scelta delle squadre non aiuta molto a solleticare la fantasia dei tifosi) è parecchio pompata, anche perchè Stern da anni sta guardando il nostro Continente come un possibile sfogo della sua lega, forse anche con Franchigie qui da noi.

Non sarà quindi molto contento il commissioner della scarsa visibilità mediatica data al suo prodotto e a conferma del fatto che ci si aspettasse di più da questo evento c’è il fatto che ci siano ancora biglietti invenduti per la gara che inizierà tra meno di 12 ore. Certo, i prezzi non sono propriamente popolari, però il tutto esaurito inizialmente non era nemmeno quotato.

Quali gli errori allora nella scelta della lega di approdare in Europa?

Della scelta delle squadre abbiamo già detto. L’altro errore a mio avviso è la scelta del paese ospitante. La Gran Bretagna è infatti un paese dedito ad altri sport, principalmente calcio e rugby, e il basket ha sicuramente meno appeal. Un evento del genere se svolto in Italia, in Francia o in Spagna avrebbe sicuramente raggiunto un maggior successo.

Probabilmente l’errore di Stern è stato quello di pensare che per francesi, spagnoli, italiani e anche tedeschi fosse facile raggiungere la City per gustarsi il grande basket. Il problema è che il loro concetto di distanza è differente dal nostro, e i costi di spostamento non proprio simili ai loro. Per un italiano, infatti, organizzare un weekend a Londra (città tra le più care del mondo) con biglietto per la gara, sarebbe costato quasi quanto andare a vedere una partita sul suolo statunitense (con i dovuti distinguo). Una spesa che non molti si possono permettere.

La speranza è che lo spettacolo sia all’altezza, e che Deron Williams, star arrivata da poco ai Nets, sia ispirato, anche se i dubbi sulla voglia di giocare una doppia gara in Europa per dei giocatori che già viaggiano molto per giocare a casa loro non sia ai massimi livelli.

Personalmente ho un solo grande rammarico. L’essere andato a Londra una settimana prima di quando avrei dovuto…

Categorie: NBA | Lascia un commento

Navigazione articolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: