Ready for Playoffs!


Iniziano i preparativi per i Playoff!

Definite tutte le squadre che ad est parteciperanno ai Playoff, ancora da decidere invece l’ottava partecipante ad Ovest, anche se pare improbabile che Memphis si faccia rimontare le tre partite e mezzo di vantaggio su Houston, che solo la matematica non dà ancora fuori dalla contesa.

Vediamo un po’ quali sono allora le squadre che si contenderanno l’accesso alle finali (tra parentesi il record ad oggi).

 

 

EASTERN CONFERENCE:

Chicago Bulls (58-20)
Boston Celtics (54-24)
Miami Heat (54-24)
Orlando Magic (50-29)
Atlanta Hawks (44-34)
New York Knicks (40-38)
Philadelphia 76ers (40-39)
Indiana Pacers (36-43)

Come al solito ad est c’è almeno una squadra che arriva alla postseason con un record perdente, gli Indiana Pacers, che sono però migliorati dopo il cambio di allenatori ma che saranno la vittima sacrificale della prima classificata.

Il primo posto pare ormai assegnato, con 4 gare di vantaggio e 4 gare da disputare per tutte le prime tre i Bulls sono avviati ad avere il fattore campo a disposizione ad Est per tutta la durata dei playoff. Solo un arrivo a pari record con i Celtics li scalzerebbe dal trono, avendo un tie-break perdente. Proprio la prova di forza di stanotte contro i Celtics però, con Thibodeau che tiene sotto il 50% tutti i suoi ex giocatori e permette percentuali migliori solo ai nuovi arrivati, fa tremare le gambe a molti ad Est.

Per il secondo posto la lotta è serratissima, con Heat e Celtics che si giocheranno molto nella gara di domenica sera. In caso di parità di record il tie break è però a favore dei verdi che al momento stanno sweepando LeBron e compagni.

Quarto e quinto posto ormai scontati, con Orlando e Atlanta che non possono nè perdere nè guadagnare posizioni e si troveranno contro al primo turno. L’esito potrebbe essere meno scontato di quanto sembri, con Atlanta che al momento è in vantaggio in stagione per  3 gare a 1.

Il sesto posto se lo giocano Knicks e 76ers, con i D’Antoni boys che al momento hanno mezza gara di vantaggio (Philadelphia ha giocato una gara in più e ha perso). Il calendario potrebbe aiutare però la squadra di Iguodala, con i Knicks che nelle ultime due dovranno affrontare Chicago (che però potrebbe già essere prima e rilassata in attesa dei Playoff) e una Boston ancora in lotta per il secondo posto. Si potrebbe arrivare al punto che chiunque delle due vinca si troverebbe l’altra al primo turno.

Attualmente quindi l’unico accoppiamento in bilico è un mix tra Miami/Boston contro New York/Philadelphia. In caso di Phila con record migliore Heat e Celtics potrebbero anche giocare a perdere per non doversi trovar contro al primo turno Stat e Melo, che potrebbero dare problemi maggiori della banda di Cheeks in postseason.

EASTERN CONFERENCE

San Antonio Spurs (60-19)
Los Angeles Lakers (55-23)
Dallas Mavericks (53-25)
Oklahoma City Thunder (52-26)
Denver Nuggets (48-30)
Portland Trail Blazers (46-33)
New Orleans Hornets (45-33)
Memphis Grizzlies (44-34)

Primo posto quasi certo ormai per gli Spurs, nonostante i rallentamenti dell’ultimo periodo, preoccupanti in ottica playoff.

Secondo posto non ancora matematico ma decisamente prenotato per i Lakers di coach Jackson che dopo un periodo di appannamento ha ripreso ad allenare i suoi e a tirare un po’ di più le briglie rimettendo in carreggiata la squadra.

Il terzo posto è ancora da assegnare, con Dallas che pare tranquilla con la sua gara di vantaggio e il tie-break a proprio favore rispetto ai Thunder. Le quattro sconfitte consecutive fanno pensare, ma il resto del calendario è sicuramente più agevole per loro che per la franchigia di Oklahoma, che si troveranno Lakers domenica e soprattutto Nuggets stanotte, in cerca di rivincita dopo la sconfitta patita martedì.

Proprio i Nuggets sono i maggiori indiziati per il quinto posto finale. Il vantaggio su Portland di 2 gare e mezza, con sole 3 gare da giocare per i Blazers pare sufficiente, senza considerare l’ottimo stato di forma delle pepite. La gara di  questa notte contro i Thunder potrebbe essere quindi un gustoso antipasto di quello che ci potrà offrire il primo turno di playoff.

Portland deve invece guardarsi le spalle per cercare di mantenere il sesto posto, ancora incertissimo. In una gara e mezza di differenza ci sono infatti tre squadre: i Blazers, gli Hornets di Paul e Belinelli e i Grizzlies. Proprio i Grizzlies potrebbero essere l’ago della bilancia, dovendo ancora affrontare sia Hornets che Blazers, ristabilendo anche i tie-breaker, dove attualmente gli Hornets sono quelli messi meglio.

L’unico accoppiamento probabile, quindi, sembra essere quello tra Thunder e Nuggets, e sarebbe anche quello più interessante ed equilibrato, soprattutto data la condizione di forma della squadra di Gearge Karl, che ha però poca esperienza a livelli di post-season. Gli altri accoppiamenti dipenderanno da come si dipanerà la matassa per i posti dal sesto all’ottavo, con alla fine una sola squadra che potrà gioire…

…quella che affronterà i Dallas Mavericks.

Alla loro famosa allergia ai playoff infatti dovranno aggiungere il momento di forma non particolarmente esaltante.

Siamo quasi ai nastri di partenza. Per il colpo di pistola (spero che Arenas non lo prenda alla lettera) manca meno di una settimana. Preparatevi.

 

Categorie: NBA | Lascia un commento

Navigazione articolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: