Il Trattore e gli altri che ora giocano lassù


Robert "Tractor" Traylor, scomparso prematuramente a 34 anni

Oggi in questo blog l’allegria del discutere sul basket lascia il posto alla tristezza e allo stupore che genera la notizia arrivata ieri, in serata, della prematura scomparsa di Robert Taylor.

Il Trattore, come era chiamato da tutti, si è infatti spento ieri all’età di 34 anni, età in cui si dovrebbe essere ancora nel pieno della propria vita, con almeno un’aspettativa di esistenza identica a quella vissuta.

Al cuor non si comanda però, questa volta in senso puramente medico. E’ stato infatti un attacco cardiaco a spegnere la vita di quello che è stato un vero giocatore culto degli anni 2000.

Il giocatore lo conoscono forse in pochi, dato che la sua carriera in NBA non è stata all’altezza delle aspettative, sempre minata da una forma fisica decisamente scadente e da un sovrappeso costante che con tutta probabilità è stata una delle cause che hanno portato il suo cuore, già sottoposto a intervento chirurgico nel 2005, a fermarsi.

Le mani però erano da clavicembalista, tanto che appena uscito dal draft, con la sesta scelta assoluta, i Milwaukee Bucks imbastirono una trade per assicurarselo cedendo a Dallas la loro scelta, l’MVP del 2007 Dirk Nowitzki.

Il risultato di quello scambio per Milwaukee fu un disastro. Traylor infatti non fu mai giocatore da quintetto e divenne uno specialista offensivo quando c’era bisogno di un lungo dalle mani morbide. Restò in NBA 7 sole stagioni, andando poi a giocare in Europa, compresa una parentesi in Italia, in una sfortunata edizione di Napoli Basket.

Traylor, sempre costantemente fuori forma però, continuava a giocare e lo ha fatto fino all’ultimo, quando è stato trovato senza vita a San Juan, in Portorico, dove il Trattore era andato a giocare gli ultimi scampoli di carriera. Avrebbe potuto ritirarsi e vivere di rendita probabilmente, forte degli 11 milioni di dollari guadagnati nei suoi sette anni di carriera NBA. Invece il basket era un richiamo troppo forte e forse letale per lui che fisicamente faceva fatica a tenere i ritmi di una stagione professionistica e con un cuore turbolento.

Purtroppo il Trattore non è il primo e non sarà l’ultimo cestista a lasciarci anzitempo ed è proprio con l’intento di salutare Robert Traylor e chi  come lui se ne è andato troppo presto vi lascio con alcuni nomi di chi ora starà giocando con lui in un playground sopra di noi.

Davide Ancillotto3/1/74 – 24/8/97 – Mancato per aneurisma durante un incontro di preseason italiana quando durante l’ingresso in campo si accasciò senza riprendere più conoscenza.

Eddie Griffin30/5/82 – 17/8/07 – Scomparso per un tragico incidente d’auto travolto da un treno dopo non aver rispettato un passaggio a livello.

Manute Bol –  16/10/62 – 19/6/10 – Scomparso per insufficienza renale, Manute soffriva della sindrome di Stevens-Johnson, contratta in uno dei suoi tanti viaggi umanitari in Africa.

Jason Collier8/9/77 – 15/10/05 – Scomparso per attacco cardiaco dovuto a un’anomalia al cuore, di dimensioni troppo grandi.

Malik Sealy1/2/70 – 20/5/00 – Ucciso in un tragico incidente d’auto mentre tornava dal compleanno di KG, quando un camion in contromano e guidato da un autista ubriaco lo ha travolto.

Bobby Phills20/12/69 – 12/1/00 – Morto durante una tragica gara di automobili improvvisata sulle strade di Charlotte con il suo allora compagno di squadra David Wesley.

Ricky Berry6/10/64 – 14/8/89 – Non ancora 25enne Ricky si suicidò con un colpo di pistola alla testa dopo una lite con la moglie.

Lorenzen Wright4/11/75 – luglio 2010 – La data della morte non è certa. Scomparso da casa e cercato dai suoi cari per più di 20 giorni, fu trovato morto per un colpo di pistola, probabilmente ucciso.

Bison Dele6/4/69 – luglio 2002 – Anche per Bison Dele, il cui vero nome è Brian Williams, non si ha una data di scomparsa certa. Partito in viaggio con il suo catamarano insieme alla fidanzata, allo skipper e al fratello Miles Dabord non ha mai fatto ritorno. Il fratello, unico sopravvissuto nonostante si dichiarasse innocente e disse di aver interrotto il viaggio con il fratello ancora sano è stato incolpato dell’omicidio di Bison Dele, della fidanzata Serena e dello skipper e accusato di aver in seguito gettato i corpi nell’oceano. Miles Dabord si suicidò poi in prigione con un’overdose di insulina.

Drazen Petrovic22/10/64 – 7/6/93 – Scomparso in un incidente automobilistico in Germania mentre raggiungeva la sua nazionale per una gara. Lasciò alla guida l’inesperta fidanzata che azzardò un sorpasso e si scontrò contro un Tir.

Len Bias18/11/63 – 19/6/86 – Seconda scelta assoluta al draft e futura stella, Bias per festeggiare l’evento si lasciò andare all’utilizzo di cocaina. L’overdose fu fatale e un arresto cardiaco ne decretò la morte prima ancora di giocare nella Lega.

Reggie Lewis21/11/65 – 27/7/93 – Dopo un primo collasso durante la prima gara dei playoff di alcuni mesi prima, il suo cuore smise di battere in un allenamento dei Celtics a causa di un’anomalia cardiaca.

Kevin Duckworth1/4/64 – 25/8/2008 – Scomparso per un attacco cardiaco dovuto all’ingrossamento del cuore.

Pete “Pistol” Maravich22/6/47 – 5/1/88 – Morto per attacco cardiaco mentre giocava su un playground in California. Dopo la scomparsa si è scoperto che per una malformazione era privo dell’arteria coronaria sinistra dalla nascita.

Enrico “Chicco” Ravaglia20/2/76 – 23/12/99 – Al rientro da una partita nella sua Imola a causa di un incidente d’auto perse la vita il giorno dell’antivigilia di Natale

Paolo Barlera8/9/82 – 17/12/2009 – Dopo aver sconfitto una prima volta la malattia ed essere tornato in campo in A1 con Biella, Barlera ha una ricaduta e muore a causa delle complicanze della Leucemia.

Wayman Tisdale6/6/64 – 15/5/09 – Lo sfortunato ex cestista NBA e anche musicista Jazz, muore all’età di 45 anni a causa di un cancro alle ossa, che gli causò anche l’amputazione di una gamba.

Conrad McRae11/1/71 – 10/7/00 – McRae viene colto da un malore durante un allenamento prestagionale degli Orlando Magic. Soffriva di aritmia.

Categorie: NBA | 2 commenti

Navigazione articolo

2 pensieri su “Il Trattore e gli altri che ora giocano lassù

  1. Pingback: Il Trattore e gli altri che ora giocano lassùFrom The Court | From The Court

  2. Pingback: Il Trattore e gli altri che ora giocano lassù | From The Court

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: