NBA Finals definite: Dallas – Miami… la vendetta!


Nowitzki contro James. Sfida tra MVP alle Finals.

Dopo la vittoria di questa notte contro Chicago, Miami chiude la serie 4 a 1 vincendo le Finali della Eastern Conference, raggiungendo Dallas in finale.

Dallas contro Miami non è una finale inedita, come tutti sanno. Si sono già affrontate 5 anni fa, in quella che è stata una delle serie più avvincenti e combattute degli ultimi anni.

Entrambe sono arrivate a queste finali un po’ contro pronostico, se si considera che Miami veniva dichiarata non ancora pronta e con qualche tassello mancante che non gli avrebbe permesso di battere squadre meglio strutturate come i Celtics o gli stessi Bulls.

Ad ovest invece si pensava che i finalisti fossero i Lakers, all’ultimo ballo di Phil Jackson e con una squadra che francamente, nonostante alcune cadute in Regular Season, sembrava la più forte del lotto.

Dallas, inoltre, aveva dalla sua la scarsa fiducia dell’opinione pubblica, data la loro paurosa idiosincrasia per i playoff, nata appunto da quella serie contro Miami, quando si sono fatti rimontare da 2 a 0 perdendo 4 gare consecutive.

Invece, Miami ha saputo girare le viti necessarie per avere la meglio dei Celtics al secondo turno, vincendo in 5 gare e dando dimostrazione di come Wade e James potessero dividersi il proscenio nei momenti decisivi senza ostacolarsi, mentre Dallas ha scacciato i fantasmi del passato e schiantato con un sonoro sweep i campioni in carica dei Lakers, approfittando di quello che è stata una crisi d’identità di Kobe e compagni e chiudendo in sicurezza in 5 gare contro i sorprendenti Thunder.

Parlando della finale, sarà probabilmente un’altra serie giocata all’ultimo respiro, con il tedesco Dirk Nowitzki che dovrà rispondere colpo su colpo a Wade e James. Dal canto suo Miami dovrà cercare di ottenere minuti di qualità da capitan Udonis Haslem, al rientro da poco dall’infortunio e uno dei pochi in grado di tenere difensivamente il numero 41.

I precedenti in stagione sono a favore di Dallas, uscita vincitrice in entrambe le sfide, giocate però tutte prima di metà dicembre quando ancora Dallas poteva contare su Butler e in quintetto per Miami partivano Arroyo e Ilgauskas, ora uno a Boston e l’altro fuori dalle rotazioni. Una vita fa se rapportate a una stagione NBA.

Ecco che allora assumono importanza quelli che saranno gli accoppiamenti tra le due squadre, anche in considerazione del fatto che i due sistemi difensivi di perse sono tra l’ottimo (quello di Miami) e il molto buono (quello di Dallas). Il primo ovviamente è quello che vede impegnato Nowitzki, che avrà probabilmente contro di lui una staffetta Haslem/Bosh, per non portare l’altro lungo troppo lontano da canestro. Ovviamente quando avrà contro l’ex Raptor, nonostante le braccia lunghe di Chris, sarà il momento in cui Dirk dovrà produrre maggiormente.

Dall’altra parte James se la dovrà presumibilmente vedere con Marion, che sta giocando dei playoff di altissimo livello nella propria metacampo, come dimostra la sfida, vinta, contro Durant.

Più difficile per Dallas tenere Wade, perchè Carlisle non si potrà permettere di tenere in campo troppi minuti Stevenson, con il rischio di trovarsi in difficoltà in attacco. Ecco che allora ci potrebbero essere minuti a disposizione per Brewer, soprattutto quando Lebron si andrà a riposare.

Wade che nella propria metacampo se la dovrà vedere con un cliente scomodo come Terry, che dal canto suo più che tentare di arrivare al ferro dovrà saper aprire la difesa Heat con l’efficacia del suo tiro da fuori.

Il terzo Big di Miami, Bosh, sarà presumibilmente marcato da Chandler, e qui l’ex Raptor dovrà essere bravo a farlo giocare sui 5 metri, per evitare che Tyson chiuda l’area nelle penetrazioni di Wade e James.

Sarà una serie molto interessante quindi, con Dallas che dovrà far tesoro delle gare vinte da Boston e Chicago contro gli Heat, quando il tiro da oltre l’arco è stata la vera chiave per mettere in difficoltà Miami. Tiro da tre che è un’arma che la squadra di Mark Cuban ha ampiamente a disposizione, grazie a Terry, Kidd, Stojakovic e soprattutto Dirk Nowitzki.

L’importante, per noi tifosi disinteressati, è che sia una serie equilibrata, e che possibilmente non ci siano le polemiche sugli arbitraggi che ci furono 5 anni fa e che ancora oggi imperano sulle discussioni di quella serie.

Non sarà la sfida che tutti si aspettavano, ma sarà comunque una grande sfida. Godiamocela!

Schedule

Game 1: DAL@MIA – tue 5/31 9:00 PM
Game 2: DAL@MIA – thu 6/2 9:00 PM 
Game 3: MIA@DAL – sun 6/5 8:00 PM
Game 4: MIA@DAL – tue 6/7 9:00 PM
*Game 5: MIA@DAL – thu 6/9 9:00 PM
*Game 6: DAL@MIA – sun 6/12 8:00 PM
*Game 7: DAL@MIA – tue 6/14 9:00 PM
* if necessary
Categorie: NBA | Lascia un commento

Navigazione articolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: