La strana superstizione di Jason Terry


Il bicipite di Terry con il trofeo tatuato ben visibile. Non porterà un po' sfiga?

Il 19 ottobre, in piena preseason, durante una pausa tra gli allenamenti, Jason Terry, uno dei maggiori artefici insieme al tedesco Dirk Nowitzki della cavalcata che ha portato i Dallas Mavericks alla finale NBA ha deciso di fare un tatuaggio.

Per farlo ha chiesto aiuto a uno che di tatuaggi se ne intende, il suo compagno di squadra e di backcourt Deshawn Stevenson, che dall’alto dei suoi quasi 100 tatuaggi ha potuto consigliare al Jet un tatuatore di fiducia per poter inchiostrare la sua pelle.

Ora, il punto ovviamente non è che un giocatore NBA ha deciso di farsi un tatuaggio, anche perchè altrimenti potrei scrivere un pezzo ogni 10 minuti. Il punto è cosa si è fatto tatuare il buon Terry: il Larry O’Brien Trophy, che altro non è che la coppa riservata ai vincitori del campionato NBA e se lo è fatto tatuare all’interno del bicipite destro.

Non c’è che dire, il buon Jason è stato lungimirante, perchè lui più di molti addetti ai lavori ha creduto nei suoi compagni e ha sfidato la cabala prendendosi un rischio con una previsione di vittoria che non so quanto i suoi compagni abbiano visto di buon occhio.

Come ha detto proprio Terry: “L’ho fatto perchè ho fiducia nella mia squadra ed ero convinto che saremmo potuti arrivare in fondo“. Certo Jason, su questo non avevamo dubbi, anzi, credo che a inizio stagione anche i giocatori dei Clippers partano con la convinzione di poter arrivare alla finale, salvo poi tornare alla cruda realtà a inizio novembre.

Ci sarebbe però una questione tanto cara a noi Italiani: la scaramanzia. Ora, non so come si dica portar sfiga in tedesco, ma sono certo che Dirk Nowitzki nel vedere il suo compagno presentarsi a inizio stagione con il tatuaggio del trofeo si sia per lo meno grattato i maroni.

Il danno però è stato fatto e ora rimangono due sole possibilità:

1) I Mavs battono i Miami Heat in finale e vincono il titolo: in questo caso Terry passa per genio, il suo compare Stevenson per festeggiare si fa un’altra cinquantina di tatuaggi, Cuban si ubriaca per 15 giorni di fila e lo stesso Terry dona la metà del suo stipendio a Nowitzki per averlo tirato fuori dai casini.

2) I Mavs non ce la fanno e perdono il titolo: Scatta il dramma. Terry si deve cancellare il tatuaggio in fretta e furia prima che sia lo stesso Cuban a cancellarglielo a morsi, Stevenson cerca rifugio nella barba di James Harden, Nowitzki si ubriaca insieme a Nash come tutte le estati e LeBron James si tatua sulla schiena LeBron James che alza il Larry O’Brien Trophy con Terry dentro.

L’aggravante di tutta questa situazione? Sentite cosa ha dichiarato Jason Terry: “Sono molto superstizioso

Ma caro ragazzo, se sei superstizioso, ma perchè te le vai anche a cercare?!?

Categorie: NBA | 4 commenti

Navigazione articolo

4 pensieri su “La strana superstizione di Jason Terry

  1. Beh casomai dovessimo perdere, almeno Terry potrà dire di avere il trofeo.

  2. tu da buon napoletano l’avrai presa bene immagino…🙂

  3. Non sai quanto…

  4. Dicko

    ommioddio! non riesco a smettere di ridere😄 stevenson nella barba di harden😄

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: